venerdì 15 luglio 2011

In arrivo il social network di Microsoft!

 
Ormai siamo pieni di social network di tutti i tipi, ma adesso sembra che anche la Microsoft voglia darsi una mossa! Infatti sembra comparso online, per poi sparire improvvisamente, un nuovo servizio chiamato Tulalip

Leggi tutto

mercoledì 13 luglio 2011

10 Trucchi per velocizzare Windows Vista e Windows 7

Windows Vista, fin dal momento della sua uscita, ha avuto cattive recensioni dalla stampa e dai blog per la sua pesantezza rispetto a Windows XP e perchè, a prima vista, sembrava non aggiungere nulla di rilevante.
Col tempo, soprattutto dopo il Service Pack 1, Windows Vista ha raggiunto una degna stabilità e migliorato i suoi processi diventando un sistema affidabile e ponendo le premesse per Windows 7.
Windows 7 ha preso le cose migliori di Vista mettendole su XP e includendo qualche utile funzione nuove.

In Vista e Windows 7 ci sono un sacco di opzioni nascoste in più rispetto a quante ne avesse Windows XP che vale la pena indagare per rendere il computer più performante e veloce.

Oggi quindi vi faccio lavorare un po' sul computer con un'altra pagina di 10 + 1 consigli per velocizzare il sistema operativo Windows 7 e per Vista, che possono essere seguiti anche dai meno esperti, senza bisogno di installare programmi esterni ma semplicemente "smanettando" nelle opzioni nascoste che non si finisce mai di scoprire.

1) Disattivare il degrag automatico
Avere un disco ben deframmentato migliora le prestazioni, ma il processo di deframmentazione è uno dei più lunghi, noiosi e lenti.
Su Windows 7 e Vista è impostata la deframmentazione automatica e periodica del disco che va a rallentare il computer magari nei momenti meno opportuni.
Conviene allora disattivare la pianificazione della deframmentazione dischi, andando sull'utilità di deframmentazione (da cercare sul menu avvio), premere su Configura Pianificazione e levare la selezione dove è scritto "Esegui una pianificazione....".
Ci tengo però a dire che la deframmentazione è comunque importante e da fare almeno una volta al mese quindi meglio non dimenticarsene e, meglio ancora, usare un programma migliore per deframmentare i dischi.

2) Ottimizzare gli hard disk SATA
La maggior parte dei PC con Windows 7 e Vista sono montati con hard disk SATA installati.
Si possono migliorare le prestazioni del proprio hard disk cosi da velocizzare i caricamenti disco.
Andare allora in Gestione periferiche (fare clic su Start, tasto destro del mouse su computer, selezionare Proprietà e scegliere Gestione dispositivi dal pannello a sinistra) Espandere unità disco, cliccare col tasto destro sull'hard disk ATA o SATA, scegliere Proprietà e passare alla scheda criteri.
La Cache in scrittura dovrebbe già essere attivata.
Si può abilitare anche l'opzione "Disattiva scaricamento buffer cache in scrittura..." per aumentare le prestazioni dell'hard disk ma soltanto in due casi: sui pc portatili dotati di batteria e sui pc fissi che usano un UPS che ne impedisce lo spegnimento nel caso vada via la luce.
Questo perché è possibile perdere dati durante la scrittura se c'è un'interruzione di corrente.

3) Attivare il Monitoraggio affidabilità
Si scrive spesso di programmi per monitorare il sistema e controllare le prestazioni quando invece Vista e Windows 7 hanno tutti gli strumenti necessari, solo che sono un po' nascosti.
Il Monitoraggio affidabilità mostra un grafico utile a controllare la stabilità del sistema nel tempo e poter vedere come ogni azione ha conseguenze sul computer.
Per avviare questo monitoraggio si deve aprire il Pannello di controllo e scegliere Prestazioni del sistema -> Strumenti avanzati -> Apri Performance Monitor.

4) Identificare i problemi con un Report globale sullo stato di salute del computer
Nel Pannello di controllo, scegliere Prestazioni del sistema -> Strumenti avanzati e cliccare su Genera un rapporto di integrità del sistema.

5) Eliminare i programmi dall'avvio automatico
In questo caso, per rendere l'accensione del pc più rapida ed anche per evitare che ci siano processi inutili attivi sul computer, conviene utilizzare un programma esterno come Autoruns o Glary Utilities o Tuneup o altri programmi per ottimizzare il pc Windows.

6) Disabilitare la condivisione della stampante se non si usa la stessa stampante in rete.
Esplora risorse di Windows può rallentare mentre cerca le stampanti condivise.
Se non è una cosa di cui si ha bisogno, meglio riguadagnare velocità disattivando la condivisione della stampante.
Scegliere Pannello di controllo > Centro connessioni di rete e condivisione > Impostazioni di condivisione avanzate e disattivare la condivisione file e stampanti.

7) Ripulire il menu Avvio o menu Start
Se, quando si preme il pulsante Windows in basso a sinistra, si notassero troppi oggetti e si volesse ottimizzare questo menu di avvio dei programmi, si possono nascondere alcuni elementi.
Andare al Pannello di controllo, scegliere Personalizzazione e cliccare su Barra delle applicazioni e menu Start sulla sinistra.
Alla scheda Menu Start, premere su Personalizza e scegliere gli elementi da visualizzare disattivando, ad esempio, i Preferiti se non si usa Internet Explorer, elementi recenti, guida, gruppo home e cosi via.

8) Opzioni di indicizzazione
L'indicizzazione dell'hard disk è un argomento controverso: c'è chi preferisce disattivarlo per guadagnare memoria e risorse di sistema, c'è invece chi lo vuole attivo per trovare più velocemente i file.
Sta quindi alle abitudini di ciascuno decidere se disattivare questa indicizzazione dei file o no, a seconda di quanto si utilizza la ricerca.
Per disattivare l'indicizzazione di un disco, aprire le risorse del computer, premere col tasto destro sull'icona dell'hard disk e deselezionare l'opzione di indicizzazione nella scheda Generale.
Si può anche spegnere del tutto l'indicizzazione: andare sul Pannello di controllo > Strumenti di amministrazione > Servizi, cercare Windows Search, doppio click e mettere come tipo di avvio, disabilitato.
Se si mantiene il servizio attivo come forse dovrei consigliare, andare alle opzioni di indicizzazione cercandole dalla casella di ricerca del menu Start.
Si possono modificare i percorsi e le cartelle da includere nell'indice dell'hard disk, limitandoli ai più importanti e più usati.
Premendo su Avanzate si possono anche escludere alcuni tipi di file dall'indicizzazione per guadagnare velocità.
Rimuovere ad esempio i file eseguibili .exe e che difficilmente saranno mai cercati.

9) Disattivare il controllo account utente
 Se si è persone esperte, questo UAC rallenta solo le operazioni.
Gli utenti meno esperti o sicuri, farebbero bene a mantenere questo controllo di sicurezza, sapendo però che ogni eventuale divieto dipende da questo.
Per disattivare UAC, aprire il Pannello di controllo, scegliere 'Account utente e modificare le impostazioni di controlle dell'account utente, mettendolo al minimo.1

10) Compressione differenziale remota
Questo servizio è utile se si spostano molti file attraverso una rete di computer, altrimenti è inutile.
Aprire il Pannello di controllo > Programmi e funzionalità > Attivare o disattivare le funzionalità di Windows, deselezionare la casella accanto a 'compressione differenziale remota' e dare l'ok.
Leggi tutto

giovedì 7 luglio 2011

TeamViewer, come effettuare e ricevere assistenza remota con il proprio computer


Immaginate questa scena: un vostro caro amico ha problemi col pc e voi non potete o non volete recarvi fisicamente a casa sua.Come potete aiutarlo lo stesso? La risposta ai vostri problemi si chiama TeamViewer, un programma che permette di controllare un pc da remoto. Vediamo come funziona.

Dopo aver scaricato ed installato TeamViewer, è possibile iniziare ad utilizzarlo in maniera molto semplice, in questa guida verrà illustrato come offrire e ricevere assistenza remota, infatti con Teamviewer, voi o l'utente che si collegherà al vostro computer potrà interagire con il sistema operativo come se fosse fisicamente presente.

Download
Per scaricare Teamviewer vai qui.

Effettuare assistenza su un altro computer in  LAN o Internet
Se un utente richiede il vostro intervento sul proprio PC per la risoluzione di un problema o per un altro motivo, è possibile, evitando quindi di dover installare per forza la versione completa di TeamViewer, scaricare semplicemente il Modulo Cliente direttamente dalla pagina iniziale del sito di TeamViewer.
Il modulo cliente infatti, è un solo file eseguibile che permette solamente il collegamento remoto al proprio PC.
Una volta scaricato, dite all'utente di eseguire il file e comunicarvi le chiavi di accesso al proprio PC, ID e Password visualizzati nella schermata di TeamViewer Quick Support.

Ora dal TeamViewer installato sul vostro PC, basterà inserire ID e Password comunicati precedentemente dall'utente, selezionare l'opzione Supporto remoto, inserire l'ID nel campo apposito, cliccare sul pulsante Collegarsi con l'interlocutore, non appena verrà stabilito il collegamento verrà richiesto l'inserimento della password fornita precedentemente, attendere pochi istanti, se va tutto per il verso giusto ora è possibile interagire con il desktop dell'utente che ha richiesto assistenza remota ed effettuare anche trasferimento file.


Per chiudere il collegamento, chiudere semplicemente la finestra di TeamViewer o selezionare "X" (chiudi collegamento), nella barra degli strumenti mostrata in alto nella finestra di assistenza remota.

Richiedere assistenza su un computer in  LAN o Internet

Per richiedere assistenza remota con TeamViewer, è sufficiente eseguire il Modulo Cliente (TeamViewer Quick Support) prelevabile dalla pagina iniziale del sito di TeamViewer e comunicare ID e Password visualizzati nella schermata del programma all'utente che desidera offrire assistenza.
L'utente dovrà avere installato TeamViewer in versione completa, seguendo le istruzioni sopra riportate potrà quindi effettuare un collegamento remoto con il vostro desktop.
Leggi tutto
Designed By Seo Blogger Templates | (c) 2014 Informatic Monkey